Take me to church

Scrivo sulle note di questa stessa canzone, incurante che sia almeno la quinta volta che la ascolto senza interruzione, guardando il video, leggendo il testo. Uscita ufficialmente nel 2013, Take me to church ha iniziato a riscuotere successo solo a metà del 2014 ma probabilmente non sarà nè quest’anno,nè l’anno prossimo nè quell’ancora successivo a non essere più ascoltata. Perché la voce, il testo, il video, gli accordi ti entrano nelle viscere e ti scuotono l’anima fin quando senti brividi lungo la schiena e ti commuovi e la riascolti ancora e ancora. In un’intervista al Times, Hozier ha dichiarato di aver scritto questa canzone dopo essere stato lasciato dalla sua ragazza, quando ha capito che l’amore era una meravigliosa morte senza morte;un annullamento di sé e al contempo un vivere con l’altro e per l’altro.  Ma qui, quello che è cantato è più di una storia d’amore con tragica fine: è un inno alla libertà di un amore affinchè non abbia tragica fine.  A lover, a deathless death si agita e viene taciuto all’interno di ogni strofa, così come si agita e tace colui sul quale rimbalzano le risatine maliziose al funerale, perché sa che tutti disapprovano. In una società soffocante, che ogni domenica ricorda a chiunque non sia da loro accettato di essere nato malato, quasi in preda ad uno stato febbrile the lover ammette e contraddice la sua “malattia”. Sì è malato! Ma adora esserlo. Ma non può amare alla luce del sole. E che sia portato in chiesa allora, in quella Chiesa che gli punta il dito contro dicendo che andrà all’inferno, sebbene egli da parte sua conosca già il paradiso: col suo amore terreno, profano, disdicevole. E sarà forse un caso che al primo ritornello, alla parola Church compaiano figure spietate, pronte a soffocare ciò che mai ha l’opportunità di respirare.  Quasi lì, buttato a caso, tra i denti di un’implorazione, c’è quel Good God. Quanto il Good God può essere buono se ai suoi piedi una folla di fedeli affamati acclama sangue, affila coltelli ai sussurri di un amore omosessuale? E quanto si è lontani dai tempi degli dei pagani, se, come allora, per avere il beneplacito del dio è richiesto il sacrificio del sacrificio? E ciò nonostante, se amare significa morire, ben venga allora il sacrificio, che sia asciugato il mare, che il corpo custode del peccato diventi carne da macello.

In un tale soffocante scenario, i due amanti divorano il loro amore fino alla fine, vivendo con la paura che tutto possa finire da un momento all’altro. Si baciano e fanno l’amore nudi come mai potranno essere,  aggrappandosi a ciò che di più umano resta in una società repressa e per questo malvagia. Sanno infatti, lo hanno sempre saputo, che quell’amore proprio come paglia sul fuoco, brucia tanto più velocemente quanto più è fragile. Non basterà la discrezione e il nascondere sotto  terra il loro dolce segreto. La malvagità è lì: dietro dei bavagli che portano bottiglie infuocate e pestano, sotto i riflettori di una telecamera e sotto gli occhi di un amante,di un uomo, immobile e impotente.

____________________________________________________________________________________________________
I’m writing on the notes of this song,absolutely careless that I’ve been listening to it five times with no interruption, watching the video, reading the next. Realised in the 2013,Take me to church started to have success only in the 2014 but probabily it’s not this year, or the next one,or the next next one that it won’t be heard anymore: because the voice,the text, the video,the chords enter your bowels and shake your soul untill you can fell shivers on your back and you get moved and listen to it over and over again. During an interview to the Times, Hozier said that he wrote this song after he broke up with his girlfriend,when he realized that love is a wonderful deathless death,a destruction of yourself but at the same time a living with someone else and for someone else. But what is sung here, it’s more than love story with a tragic end: it’s a hymn to freedom for a love to don’t have a tragic end. A lover, a deathless death charges up and is silent in the silent in every stanza, like the one that charges up and his silent while he receives the giggles at the funeral because he know that everybody disapproval. In a suffocating society,that every Sunday reminds everyone that is not accepted,to be sick,almost in a fever, the lover confess and contraddict his “sickness”. Yes, he’s sick. But he loves it. But he’s not allowed to love at the daylight.Tke him to church, then. In that church that point at him telling him that he’ll go to Hell,although he already knows his Heaven:his earthly love,profane,improper. And it’s maybe just a concidence that in the first refrain, to the word Church cruel figures appear, ready to suffocate a love that never has the opportunity to breath. And then, almost random, through the theeth of a prayer,there’s that GOOD God. How much a God can be good when down to his feet there’s a crowd of starving faithful praising blood, shapening knives as soos as they know about an homosexual affair?And how far you can be from the pagan times,if,like in that times, to have his blessing you need the sacrifice of the sacrifice? neverthless,if love means die,then let’s sacrifice, let’s dry the sea, and let your body(guardian of the sin)die.

In a such suffocating scenery,the two lovers devour their love untill the very end, living with the fear that everything can come to and end. They kiss and they make love naked like they will never allow to be,grasping to the most human thing left in a repressed society and cruel for this reason. because they know,they’ve always know that their love,like straw on the fire the more is fragile the more gets easily burnt. Discretion and hiding their sweet secret undergroud, won’t be enough.Cruelty is there: behind muffled people bringing burning bottles and killing someone else, under the lights of a camera and a lover’s eyes, a man, motionless and powerless.

Annunci

One thought on “Take me to church

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...