L’importanza di farcela da soli.

5
Premetto che non sono una depressa che trovandosi da sola decide di scrivere un post cercando giustificazioni e consolazioni alla sua triste,per lei,condizione sociale. Al contrario, sono una persona sempre circondata da persone, da caos, da sorrisi da : “lo sai con chi si è messa la figlia del gioielliere?Col suo insegnante di ginnastica “no ma non mi dire”. “Scusi sa come si raggiunge la stazione Garibaldi?” “E’ questa.E’ scritto lì” .

Ora, quest’ultima sentence è della sottoscritta che abituata sempre a seguire gli altri, a sentire le indicazioni degli altri,sempre nell’ansia di non essere abbastanza in grado di farcela da sola,chiede a qualsiasi persona anche la conferma delle cose più stupide. Perché mi piace andare sul sicuro, avere i consigli giusti, prendere quella maglia e sapere che mia madre non storcerà il naso,quindi tanto vale andare con lei.
Eppure, pian piano, sto riscoprendo la bellezza della solitudine e dell’indipendenza. Quel dipendere solo dalle tue scelte e magari anche dai tuoi errori, ma se fatti con le tue mani sono più belli,sono meno amari. E impari di più. Non capisco,ad esempio, perché il primo giorno di università avevo così bisogno di non andare da sola, di prendere la metro in compagnia,di ascoltare la lezione con qualcuno.

C’è una tale bellezza nello starsene in silenzio e scrutare i passanti che ti sfuggirebbero in una conversazione ordinaria con qualcuno. Scegliere se leggere il libro o ascoltare la musica o nessuna delle due. Far dipendere solo da te stessa se arrivi in ritardo, perché sei tu che ti sei voluta svegliare più tardi. Comprarti l’evidenziatore, quello giallo,perché il blu che scrocchi da tuo fratello non ti piace e non fa vedere bene cosa hai sottolineato. Passeggiare per strada e “oh ma su quel libro c’è lo sconto,ora lo prendo” o magari “no,non lo prendo perché preferisco un gelato. Due gusti.”
Scegliere, semplicemente scegliere il regalo per la tua amica da sola,senza consigli, perché sei in grado e devi essere in grado di saperlo fare, di vedere quale prezzo conviene, cosa davvero TU vuoi comprare, senza farti influenzare da scelte altrui.

Ogni volta che assaporo questi attimi di solitudine e indipendenza, mi sento profondamente in pace con me stessa. Non sono una di quelle persone che si deprime se resta da sola il sabato sera: mi piace prepararmi la cena: da me preparata,mangiata,defecata; e se il frigo è vuoto mi piace pensare che sia mia la responsabilità e che sia io a dover andare a fare la spesa. Come quando al liceo c’era quella frenesia di copiare le versioni di latino da Internet. Possibile che abbiamo una così bassa considerazione di noi stessi da pensare che non sappiamo farcela da soli? Possibile che arrivati a una stazione chiediamo quale direzione dover prendere quando basterebbe guardare un cartellone?Anche perché molto spesso sono gli altri a sbagliare.

E se dobbiamo sbagliare con gli errori degli altri, tanto vale farlo coi nostri.

Annunci

2 thoughts on “L’importanza di farcela da soli.

  1. Quando si è capaci di viverla a fondo e senza angoscia, la solitudine è preziosissima, e poi come tu dici bene ha molto a che fare, in questo senso, con la responsabilità delle scelte, l’indipendenza e quindi la libertà, Che poi sono cose che ti permettono di vivere meglio anche in mezzo agli altri.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...