Cosa mettere in valigia.

download
Siamo alle solite. Manca poco alla partenza e tu ancora non sai cosa portare in valigia. Innanzitutto la squadri e ti chiedi se le dimensioni vadano bene “massssssì,masssssì” pensi ” tanto devo portare poca roba”. Ecco…la POCA ROBA diventa improvvisamente una caterva di indumenti, pantaloncini di qua, vestitini di là, e asciugamano e phon e schiuma per i capelli e le scarpe diverse per ogni vestito, e i tacchimancomortaperòforseunpaiosì. Ma perché dobbiamo essere così complicate? Credo sia più che altro una fissazione degli italiani e forse ancor di più delle donne, di dover far entrare in una valigia una vita intera. Come a dire “l’abito FA il monaco”, quindi meglio portarsi dietro tutto l’armadio per mostrare al meglio le infinite sfumature della nostra personalità. Senza considerare che i giorni precedenti si è fatto acquisto delle cose più disparate che DEVONO per forza di cose entrare in valigia. Personalmente, da piccolina quando mia madre diceva “allora partiamo”, cominciavo a saltellare sul divano e a urlare “allora prepariamo le valigie!!!”. Diventavo euforica e percorrevo il corridoio in lungo e in largo portando vestiti dalla cameretta alla stanza da pranzo,dove di solito mamma metteva le valigie.Ci mettevo di tutto, mamma me lo lasciava fare, forse perché sapeva che per ogni gelato mangiato avrei sicuramente avuto bisogno di una cambiata (NB: il gelato ancora oggi non so mangiarlo senza sporcarmi,ma resta tra noi). Non so perché mi  divertisse tanto, visto che ora sono felice sì di partire ma dal momento che non sono più una bambina che ha bisogno di dieci cambiate al giorno, cerco di essere alquanto bilanciata nella scelta delle cose da portare.Bilanciata, per modo di dire: già ho fatto una lista dividendo “i vestiti da mare” con “i vestiti della sera” ,già stressata, ancora prima di tornare dalle vacanze. Mi piacerebbe essere una di quelle straniere di turno che vedo in aeroporto, con una valigia mini e magari in giro per venti giorni.

Ecco, mi chiedevo perché non riesca ad essere così. Perché non riesca ad accettare il fatto che quel pantaloncino messo per la spiaggia vada bene anche per la sera o che quei sandali neri vadano bene anche per un altro vestito e non c’è bisogno anche dei sandali color SABBIA. Ricordo che in crociera, dove si ESIGE nella serata di gala abito elegante and so on, c’era un gruppo di olandesi che era totalmente incurante delle “regole” e che puntualmente si presentavano con i capelli raccolti in uno chignon esattamente al centro della testa (cosa che io farei in spiaggia) e in discoteca ballavano con ai piedi degli infradito. Che poi…non erano tanto lontane da me che mettevo i tacchi per i primi dieci secondi e poi ballavo scalza. La differenza stava nel fatto che la loro valigia fosse ragionevolmente mini, mentre la mia stupidamente grande comprendendo tre paia di tacchi che non misi (se non appunto per frazioni di secondi.) e altre inutili cose.

La questione della valigia, insomma, la dice lunga su come siamo abituati a voler essere sempre perfetti, a voler mostrare che non siamo daltonici wow e che abbiamo saputo abbinare questo a quello correttamente, che sappiamo distinguere una serata gala da una tra amici e dal momento in spiaggia. O forse ci dice proprio il contrario. Ci fa vedere quanto siamo imperfetti perché non sappiamo goderci una vacanza senza prima pensare a cosa dover mettere, perché se poi siamo vestiti poco chic ci sentiamo a disagio col mondo intero e se una serata gala esige d’essere eleganti è necessario doversi attenere alle regole e mettere un vestito che la tua amica non ti ha mai visto prima o almeno diverso da quello della serata precedente. Ci mostra che per noi sì, l’abito fa il monaco e che dunque a seconda della circostanza dobbiamo essere eleganti, casual,sportivimaelengati…e questo fino all’ossessione, fino a spendere ore di stress davanti all’armadio decidendo cosa portare, e ore davanti allo specchio decidendo cosa mettere,una volta arrivati. Dimenticando,ancora una volta, che l’unica cosa disperatamente utile da portare sarebbe una buona dose di leggerezza di cui siamo andati alla ricerca per un anno intero…e che una valigia di 20 kg sicuramente non è un buon inizio.

images

Annunci

One thought on “Cosa mettere in valigia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...