Miiiinchia, in Sicilia fui!

Se al momento stessi scrivendo su carta, sono certa che ne uscirebbe un pastrocchio, uno scarabocchio come uscito dalla mano di un bambino che sta muovendo i suoi primi passi nella scrittura e si ingegna a fare ben bene la A, la O…ma poi la mano scivola e la penna finisce per rovinare il copri tavola che tua madre ha appena lavato. Al bambino la mamma non direbbe nulla, perché piccino, a me direbbe che sono distratta ed io addurrei come scusa che mi sento ancora sulla nave dondolante. Sì, ho fatto un’enorme perifrasi per dirvi che sono appena tornata dalla Sicilia (e giuro,è il mio ultimo viaggio in nave) dopo un viaggio di dodici ore sulla nave, per cui siete fortunati che vi stia scrivendo dal pc, altrimenti ne uscirebbe il pastrocchio dicuisopra. Mi sento completamente destabilizzata e col cavolo che la canzone di Cremonini “per quanta strada ancora c’è da fare amerai il finale”mi rappresenti, perché il finale è il seguente: pallore cadaverico nonostante due settimane di mare, borse o anche valigie (più grandi di quelle portate) sotto agli occhi per non aver dormito tutta la notte causa mare agitato, insonnia nonostante tutto per cui mi ritrovo a scrivere invece di sdraiarmi sul mio bramato letto. E tuttavia,sono felice.

Felice perché ho finalmente visitato una terra incantevole, a tratti inesplorata. Essendo un’isola immensa ovviamente non è che mi sia fatta il giro intero, ma ho potuto visitare:

Trapani: il centro storico è carino e ben organizzato. Mi sono trovata nella festa del santo patrono e nel Cous-Cous day…che a me non è piaciuto perché più che un piatto di pesce mi è sembrato cibo per pesci. E’ una città piacevolmente ventilata e ho avuto l’occasione di notare che i siciliani sono di una solarità unica e di una disponibilità rara. Da assaggiare sono sicuramente le busiate col pesto alla trapanese: le busiate è un tipo di pasta, il pesto alla trapanese è un pesto,appunto, di aglio,pomodoro,origano. Trapani è anche detta la città del sale ed infatti ci sono diverse saline ancora operanti! Ci sono andata in un giorno in cui il sole si nascondeva pigro tra le nuvole dopo averci regalato un’intera settimana di caldo. A Trapani ci sono vasche intere di acqua, poi di acqua rossa e infine di sale. Eccone un esempio:

SAMSUNG

Da lì ci siamo spostati a Marsala che è molto carina ma…pioveva! Sono entrata in un’enoteca che vendeva prodotti tipici e il marsala,appunto. I prezzi erano un po’ altini. Questa è una cosa che ho notato in ogni città siciliana, a dire il vero! Non me l’aspettavo ma di solito me ne torno colma di souvenirs…ora ne ho fatto a meno ^^

Chicca delle chicche è però Erice, cittadina medievale quasi vestita dell’atemporalità. Sembra che il tempo si sia fermato tra i rami degli alberi sempiterni, tra le fessure delle mura medievali, nelle vetrine impolverate di gioielli e cianfrusaglie, agli angoli delle strade, nell’asfalto levigato dai tanti passanti che hanno passeggiato in quelle viottole investite dagli odori di cannoli(quelli veri,dalla ricotta squisita), arancini al pistacchio e cassatelle e genovesi.

SAMSUNG

DSCN4881

Palermo. Okay. O vi trovate direttamente nel centro oppure vi sembrerà di essere in qualche squallido vicolo di periferia. Con la sfiga che è sempre con me sono capitata per caso nel quartiere di Ballarò. PROPRIO NO. Il centro invece è come me l’aspettavo: la cattedrale è estasiante, le strade pedonali sono non male…e vi conviene stare solo in quelle perché guidano come pazzi!

SAMSUNG

Ah, ho visitato il santuario di Santa Rrrrrrosalia,come dicono lì. A me non piacciono le cose mistiche,non a caso vi piazzerò la foto di un mendicante fuori il santuario:tanta carità davanti a una statua vestita d’oro, nessuna davanti a un uomo. Per i credenti invece, è sicuramente da vedere.

FotoFlexer_Photo

Inveeeeece per quanto riguarda il mare…è bellissimo OVUNQUE. Anche nella baia più fetida si potrà fare il bagno. Mi hanno colpito moltissimo i colori: persino il rosso della terra del parcheggio sembra sposarsi benissimo col blu del mare. Perché è davvero blu, o anche turchese, o cristallino o in qualsiasi modo vogliate definire un mare impressionante. San Vito Lo CapoFotoFlexer_Photo

è una delle spiagge più grandi e belle, il mare è caldissimo e si mangia bene, che sia il pane cunzatu o il gelato. A Cornino invece c’è una sorgente e l’acqua è ghiacciata…fa bene alla varici, dicono (oddio, ho ventun’anni e parlo di varici.). Mi sono fatta anche un bel tuffo nelle isole di Favignana e Levanzo…mare caraibico,davvero.

SAMSUNG

MA il mio viaggio non avrebbe avuto senso se non avessi visitato LA RISERVA DELLO ZINGARO. Inesplorato. Non toccato dall’uomo. Ci sono diverse calette ma molti si fermano alla prima perché il percorso per arrivarci è abbastanza impervio e senza ombra. Ma ne vale assolutamente la pena. Lascio parlare le foto che in ogni caso  non rendono la bellezza del posto

SAMSUNG

SAMSUNG

E’ stato il dulcis in fundo di una vacanza a dir poco VACANZA. Sole, mare e cultura, come piace a me. Al ritorno sono anche passata per Capaci…La colonna col nome di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e la scorta, la casetta tra le montagne da cui Brusca premette il grilletto sono stati un tuffo al cuore. Per questo ho trovato di cattivo gusto calamite e tazze con immagini del Padrino o con parodie del “mafiusu,mafiusa,figghiu del mafiusu” e cose simili. La mafia non dovrebbe identificare in modo così capillare una terra che ha ben altro da offrire.

Ora mi fermo prima che vi addormentiate…o lapidate. Perdonate la qualità delle foto ma avendo lasciato il caricatore della macchina fotografica a casa, sono state tutte scattate con un modesto samsung.

E ora… prossima tappa: Berlino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...