Pomeriggio spompo di domenica

Se tutta la settimana non so che giorno è, la domenica so che è domenica. Lo avverto dal profumo di cibo che mamma inizia a preparare dal mattino e mentre entro in cucina in punta di piedi mi dice di affrettarmi a chiudere le porte, perché altrimenti l’odore di cucinato va nelle altre stanza. Lo vedo negli sguardi dei bambini che corrono alle giostre, soprattutto quando il sole riscalda nonostante qualche nuvola. Lo assaporo nel caffè delle tre, quando la moka inizia a gorgogliare e i vicini siedono puntuali sul divano del salone, addentando i dolci, quelli presi in pasticceria o appena sfornati dal forno di casa tua, che proprio ogni domenica ti ricordi di voler cambiare, perché è lento e le lampadine non funzionano. Persino io, mi sento diversa di domenica: se di solito i miei buoni propositi affiorano la sera nel letto e sono già svaniti al mattino, la domenica iniziano al mattino e svaniscono di pomeriggio, esattamente dopo pranzo, quando non ho più voglia di sparecchiare nè di sentire Giletti all’Arena e i miei occhi si appesantiscono, come se d’un tratto avvertissero la stanchezza dei sei giorni precedenti. C’è una latente, impercettibile pigrizia che si impadronisce delle pareti della tua stanza e che ti porta improvvisamente a rallentare il ritmo: magari guardi un po’ nella tua libreria, scorrendo con lo sguardo titoli visti chissà quante volte, stai un po’ sul letto provando a riposare e  godendo di quel vociare di sottofondo proveniente dalle altre stanze, ti prendi cura sui social della vita degli altri, perché della tua proprio non ne vuoi sapere, non di domenica. Stai sospesa, come quegli anelli di fumo di sigaretta del parente che puntuale è a casa tua e che pazientemente ascolti mentre passa in rassegna tutta la sua vita.

Di domenica hai da fare ma non hai voglia di fare, almeno fino a ora di cena, quando ormai sarebbe tardi per qualsiasi cosa e se da un lato ti penti pensando che avresti potuto fare qualcosa, dall’altro te ne compiaci, perché domani è lunedì…ed anche quello si fa sentire.

Annunci

5 thoughts on “Pomeriggio spompo di domenica

  1. Poi ci sono io che di domenica durante l’abbiocco post pranzo devo lavorare e mi aggiro per il negozio come uno zombie….anche io voglio il dolce far niente domenicale!
    Ti invidio! 😄

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...