Il corpo sa tutto

Chi segue questo blog dai tempi in cui scrivevo di libri, sa che sono solita leggere classici. Non che abbia pregiudizi nei confronti dei libri moderni, ma i classici hanno tutti in comune la capacità di soddisfarmi durante la lettura, di trovare pagine intere in cui riesca a immedesimarmi completamente. Insomma, è il mio genere preferito e non ne ho mai fatto mistero.

E tuttavia, qualche giorno fa ho letto un libro che per quanto moderno mi ha impressionata davvero tantissimo. L’ho letteralmente divorato.download-1 Sto parlando di “Il corpo sa tutto” di Banana Yoshimoto. Avevo grandi aspettative su questo libro poichè il titolo mi ispirava parecchio e non ne sono rimasta assolutamente delusa.

Si tratta di una raccolta di racconti che hanno in comune tanto il rapporto tra corpo e mente quanto quello tra dolore e guarigione. Non solo il corpo, in ogni racconto, è qualcosa che va “ascoltato” ma è innanzitutto un organismo che manda degli impulsi, che ci dà sensazioni. Sensazioni che non sempre sappiamo ascoltare e riconoscere. Siamo abituati a dare per scontato perché un luogo ci metta tristezza, perché un altro gioia, perché ci comportiamo in determinati modi di fronte a determinate situazioni. La Yoshimoto ha invece cercato di andare più a fondo e di sviscerare il rapporto tra corpo e mente. Dietro ogni corpo e quindi dietro ogni persona c’è una storia. Molti sono i racconti in cui ci sono flashback, si va a ritroso in alcuni per spiegare il presente, in altri per raccontare, appunto, il rapporto che quotidianamente viviamo con il nostro corpo tanto quando ci immergiamo nel dolore, tanto quando ne cerchiamo la guarigione. E ognuno dei racconti è perfettamente credibile e in ognuno di essi tutti si possono un po’ ritrovare, un po’ riscoprire.
A questo si aggiungono descrizioni di ambientazioni che ancora sono vivide nella mia mente. Piccoli quadretti giapponesi dipinti con una minuzia e delicatezza e che sono stati in grado di farmi immaginare per poco più di 100 pagine colori e profumi al punto che, mentre leggevo in metropolitana, mi sono sentita davvero trasferita in un altro luogo. Ovviamente tutto questo non sarebbe stato possibile senza uno stile leggerissimo e che allo stesso tempo scava nella psicologia senza mai essere banale e senza dire nulla di grandioso ma solo con una descrizione puntuale di sensazioni e stati d’animo.
Insomma, ho riscoperto, con questo libro, il piacere di leggere e sono certa che questo sarà solo il primo di una lunga serie di libri di questa autrice.

Ora provvedo a scrivere altre recensioni di libri letti ultimamente!
A presto

Annunci

4 thoughts on “Il corpo sa tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...